L’ Associazione ACCANTO onlus – Amici dell’Hospice San Martino di Como, in occasione della ricorrenza di San Martino, invita la cittadinanza a partecipare ad uno spettacolo teatrale per sensibilizzare tutti sull’uso delle cure palliative e sul diritto del malato ad accedere a questo trattamento.

Il termine “cure palliative” deriva dal latino “pallium”, ossia il mantello indossato sopra la tunica con il quale San Martino scelse di portare sollievo a un vecchio sfinito dalla stanchezza e dal freddo.

Nulla si può contro il rigore dell’inverno (la morte) ma si può offrire una protezione (il mantello) e il sollievo attraverso una cura attiva e globale prestata al paziente quando la malattia non risponde più alle terapie.

Ancora oggi, a oltre sei anni di distanza dalla legge 38 del marzo 2010, troppa gente non sa cosa sono le Cure Palliative, non sa che sono un diritto, non sa che sono gratuite, non sa che al momento del bisogno è possibile richiederle anche se non vengono proposte. Il loro scopo è quello di preservare la migliore qualità della vita possibile fino alla fine.

L’appuntamento di quest’anno sarà uno spettacolo teatrale che si svolgerà sabato 12 novembre alle ore 21 nella sala E. Musa dell’Associazione Giosuè Carducci di Como. Dopo “Apologia di Socrate” e “Non al denaro, non all’amore né al cielo”, Christian Poggioni torna a collaborare con Accanto proponendo “Tradimenti”, uno spettacolo “che condurrà il pubblico in un viaggio attraverso le emozioni più forti che accompagnano l’arco della vita dell’uomo”.

Poggioni sarà accompagnato da Amleto Pace e Antonio Gorgoglione che eseguiranno dal vivo brani originali composti appositamente per lo spettacolo.

 

Tradimenti – lo spettacolo

Per amore o per invidia, per bramosia di potere o per avidità, per viltà o per un ideale, il tradimento è un’esperienza a cui raramente la vita di un uomo può sottrarsi. Da Caino a Bruto, da Cristo a Gandhi, dagli spartani delle Termopili ai combattenti di Stalingrado, eroi traditi e odiosi traditori costellano i secoli e la letteratura.

Lo spettacolo prende vita dalla fusione di testi scritti da Christian Poggioni con monologhi, canzoni, poesie e racconti di autori tra cui Erodoto, Catullo, Boccaccio, Manzoni, Totò, Gandhi, Cechov, Karen Blixen. Le loro parole (e in alcuni casi le loro biografie) sono rielaborate e ricomposte all’interno di una drammaturgia incalzante, dai toni ora tragici ora comici, ora poetici ora realistici per guidare il pubblico in un inaspettato viaggio alla scoperta del tradimento nella storia, nella letteratura e nella vita di ognuno di noi.

 

L’ingresso è gratuito e aperto a tutti

 

 

Christian Poggioni

Viene ammesso da Giorgio Strehler alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano, dove si diploma in recitazione nel 1999. Nel 2000 si laurea con 110 e lode presso l’Università Statale di Milano e nel 2003 frequenta con il massimo dei voti un master in regia presso la University of Southern California di Los Angeles. Dal 1999 al 2006 recita in spettacoli diretti da registi quali Giorgio Strehler (“Temporale”, “Così fan tutte”), Peter Stein (“Pentesilea”), Massimo Castri (“Questa sera si recita a soggetto”), Antonio Calenda (“Agamennone”, “Coefore”, “Otello”), prendendo parte a tournée nazionali ed europee. Parallelamente recita in diverse produzioni televisive, cinematografiche e radiofoniche per Mediaset, RAI e Radio Svizzera Italiana. Nel 2007 intraprende un percorso di ricerca e produzione autonoma, scrivendo, dirigendo e interpretando gli spettacoli “Tradimenti”, “Nostos”, “Alla ricerca del tempo perduto” e “Alla corte di un giullare”. È inoltre regista e interprete degli spettacoli “Il vangelo secondo Pilato” e “La notte degli ulivi” di Érich-Emmanuel Schmitt. Dal 2009 collabora con l’Università Cattolica di Milano e insegna recitazione presso il Laboratorio di Drammaturgia Antica e la Scuola di Alta Formazione.

 

Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice San Martino (Affiliata alla Federazione Cure Palliative Onlus)

L’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice San Martino di Como è un’associazione di volontariato che opera nell’ambito delle cure palliative con due modalità.

La prima consiste nel concreto supporto alle attività dell’Hospice San Martino, struttura di degenza presente sul territorio comasco dal 2004 che accoglie fino a dieci ospiti in fase avanzata della malattia. Il supporto consiste nella presenza dei propri volontari, appositamente formati, e nel sostegno all’organizzazione di servizi socio-assistenziali per la persona malata e i suoi familiari.

Inoltre Accanto eroga, in collaborazione con i Medici di Medicina Generale e in convenzione con le AST dell’Insubria e della Montagna, servizi di Cure Palliative Domiciliari in tutti i comuni dell’ASST Lariana e dell’ASST Valtellina e Alto Lario, per aiutare i familiari nel difficile compito di assistere il proprio caro nella fase avanzata della malattia.

Accanto offre inoltre un servizio di sostegno psicologico per l’elaborazione del lutto, con incontri rivolti a persone che abbiano perduto un loro caro, ospitati presso la propria sede di Albate.

Nata nel dicembre 2005 per volontà di famigliari, volontari e operatori direttamente interessati o coinvolti nell’esperienza di accompagnamento ai malati con patologie non guaribili, l’Associazione Accanto promuove iniziative e attività di cura, formazione e sensibilizzazione che hanno per oggetto i bisogni e le problematiche di malati oncologici, con AIDS o altre malattie non guaribili.

locandina-tradimenti_como

 

 

Per informazioni:

Accanto Onlus – Amici dell’Hospice San Martino

Tel: 031 309135 (ore 9.00 – 13.00)

contatto@accanto-onlus.it

www.accanto-onlus.it

 

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata