Un grande traguardo raggiunto a soli 16 anni per la pilota comasca Tamara Molinaro. La giovane figlia d’arte (papà Giorgio, oggi titolare della G.Car, è stato uno dei meccanici del Jolly Club), approda alla Red Bull, colosso austriaco che sostiene le giovani promesse dello sport. A gennaio Michele Mouton e Fabrizia Pons, avevano invitato Tamara a Serre Chevalier, per una sessione di test su ghiaccio, nell’ambito del progetto “FIA Women in Motosport” (programma federale che vuole promuovere la partecipazione femminile alle competizioni automobilistiche) e successivamente Red Bull, l’aveva convocata per un test a Eisenerz in Austria, sotto la supervisione di Raimund Baumschlager (nove volte campione austriaco di rally e tester Skoda). Le capacità della giovane Tamara hanno fatto il resto ed ora per l’atleta comasca è arrivato il contratto ufficiale. In questi giorni si trova presso il DTC, il Diagnostic and Traning Center che Red Bull mette a disposizione dei propri atleti, per una valutazione psicoattitudinale, che rappresenta l’inizio di un percorso che dovrebbe introdurla alle competizioni di alto livello nei prossimi anni.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata