CANTU’ CITTA’ DEL MOBILE – VI FESTIVAL DEL LEGNO

/, Comuni, Eventi, Manifestazioni/CANTU’ CITTA’ DEL MOBILE – VI FESTIVAL DEL LEGNO

CANTU’ CITTA’ DEL MOBILE – VI FESTIVAL DEL LEGNO

Nuovo nome per la Festa del Legno edizione 2018. A partire da quest’anno si celebrerà “CANTU’ CITTA’ DEL MOBILE – VI FESTIVAL DEL LEGNO” e si svolgerà da Sabato 29 settembre a Domenica 14 ottobre 2018. La sesta edizione sarà l’occasione per incontrare innovazione e tradizione, cultura e design, eventi di piazza e convegni tematici, botteghe aperte e laboratori per i bambini, mostre permanenti e i maestri del design e sarà animata dalla ricerca di quelle relazioni, anche extra comunali, che da oltre un secolo hanno consentito alla Città di Cantù di avere grande fama nazionale e non solo. La locandina, che pubblicizza il Festival, riporta un download grafico che “cammin facendo” lascerà il posto al logo che si aggiudicherà il primo premio del Concorso di design e ricerca grafica riservato agli studenti del Liceo Artistico Melotti; il Vincitore, che passerà il vaglio di un Giuria di qualità, verrà premiato l’ultimo giorno della manifestazione ed il suo logo rappresenterà l’edizione del 2019.
La sesta edizione del Festival del Legno sarà l’occasione per celebrare l’universo femminile che da sempre orbita intorno alla filiera del legno arredo canturino, con il tema “La donna è mobile”: un piacevole mix di approfondimenti, interventi ed incontri pubblici dedicati alle Donne che da oltre un secolo contribuiscono, a vario titolo, a celebrare nel mondo Cantù, quale città del mobile, donne che hanno e hanno avuto ruoli fondamentali in tema di design, progettazione, management aziendale e cultura del territorio.

DI SEGUITO IL DETTAGLIO DEI PRINCIPALI EVENTI PREVISTI: “BOTTEGHE APERTE”

L’evento “BOTTEGHE APERTE” nasce dal desiderio di mostrare arte e artigianato, effettuando un cammino esplorativo che porti all’arricchimento e alla scoperta personale di un mondo affascinante come l’alto artigianato, creando per i visitatori occasioni di emozioni, sensazioni e nuove percezioni. Il design non è solo una questione di architetti e centri di ricerche. Il design lombardo riconosciuto nel mondo nasce nelle botteghe. Con “BOTTEGHE APERTE” si intende mettere a disposizione dei visitatori percorsi ordinati e qualificati, nei luoghi di produzione, per far conoscere l’arte, la professionalità, la passione e l’intelligenza degli artigiani nella produzione degli elementi di arredo. Le BOTTEGHE sono “I LUOGHI STORICI DEL SAPER FARE”, in occasione del Festival del Legno si possono percorrere itinerari, che coinvolgono le diverse tipologie di produzione che caratterizzano la nostra Città e che rappresentano il “saper fare” canturino. La Città nei tre week end svilupperà veri percorsi esperienziali, con tappe in AZIENDE raggiungibili in un percorso pedonale [ma anche con il TOUR DELLE BOTTEGHE con il Minibus messo a disposizione gratuitamente dal Comune] al cui interno sarà possibile vedere e toccare la trasformazione del legno in prodotto di design, d’arredo, ecc. L’offerta territoriale sarà strutturata coniugando una proposta coinvolgente ed educativa, che presenti le peculiarità del comparto, coinvolgendo attivamente il turista, dando visibilità e valorizzando le eccellenze del territorio, affermando l’immagine della CANTU’ CITTA’ DEL MOBILE come area viva e vitale, rafforzando e gestendo la sua riconoscibilità distintiva e la sua conseguente attrattività. “BOTTEGHE APERTE” dà vita ad una particolare attrattività locale che passa attraverso la cultura e le eccellenze artistiche, ma propone anche nuove modalità di valorizzazione del patrimonio del “saper fare” tipicamente canturino, come l’experiential education, un approccio alla formazione basato sul coinvolgimento dei destinatari in un’esperienza diretta e partecipata, che possa stimolare l’ampliamento della conoscenza (per questo sarà coinvolta attivamente anche Fondazione Enaip Lombardia con la Bottega Artigianale e con il suo FabLab).

L’obiettivo è quello di fondere il “saper fare” canturino con l’aspetto turistico, proponendo ai visitatori un’esperienza che li coinvolga attivamente ed emozionalmente, valorizzando il territorio e le sue eccellenze.

Di particolare spicco nell’ambito di BOTTEGHE APERTE saranno le iniziative organizzate da:
• ATELIER D’ARREDAMENTO LONGONI BRUNO • DESALTO (che per la prima volta apre le porte al Festival)
• EREDI MARELLI con un focus sulle opere di ASNAGO e VENDER
• FONDERIA ARTISTICA ESPOSITO di Cucciago dove sarà possibile assistere alla colatura di ottone, bronzo e alluminio
• GAFFURI E FIGLI che ospiterà il Prof. Rizzi per dialogare sull’Avventura dei mobili
• JUMBO che ospiterà un concerto del Maestro Balzani
• PASSEPARTOUT dove sarà possibile vedere i frutti della proficua collaborazione con GAE AULENTI.
• PIFFERI & ALPI che ospiterà il Gruppo Danza del Teatro Sociale di Como
• RIVA, TABU E PIPA CASTELLO che apriranno produzione e Showroom
• ROSEAN che ospiterà un evento Show Cooking
• TESSILE OFFICINA di Bregnano che presenterà “Nel segno di GEGIA BRONZINI”.
Nell’ambito di BOTTEGHE APERTE avrà un particolare spazio BOTTEGHE DELLA PROGETTAZIONE, iniziativa finalizzata a visitare alcuni luoghi della progettazione, per mostrare dal vivo design, progettazione di interni, restauro conservativo. Sarà possibile vistare gli STUDI “MOLTENI / BARON” e “FAUCIGLIETTI ENGINEERING”, lo STUDIO BERETTA allestirà invece il foyer del Teatro San Teodoro mostrando i dettagli de restauro conservativo attuato sulla struttura. “MOSTRE” Come di consueto, nelle location più rappresentative della Città, saranno allestite importanti Mostre.

VILLA CALVI La Città di Cantù metterà a disposizione il piano terra della prestigiosa Villa Calvi ospitando, tra gli altri:
• La MOSTRA: Il progetto è (come) una ricetta. Idee e ingredienti raccontati al femminile (curata da Simona Maspero). Come nasce un oggetto? Quali figure professionali lavorano intorno alla sua produzione? Il mondo del progetto è prettamente maschile o anche le donne hanno trovato spazio all’interno della produzione artigianale o industriale? Perché si dice che il progetto è come una ricetta? Cercheremo di rispondere a queste domande con la piccola esposizione – che segue il tema generale della manifestazione Cantù Città del Mobile – Festival del Legno 2018 – “La donna è mobile” La piccola mostra porta l’attenzione del visitatore, soprattutto dei più piccoli, alla scoperta degli oggetti e di chi ne ha definito forme, funzioni, materiali e loro comunicazione. In particolare, la mostra si propone di presentare e far scoprire loro gli aspetti che ruotano intorno al mondo del progetto realizzati con il contributo dalle varie figure femminili: progettiste, designer, imprenditrici, curatrici. Le donne nel design (dice Marva Griffin Wilshire – fondatrice e curatrice del Salone Satellite al Salone del Mobile di Milano) ci sono sempre state e ci saranno, come nel mondo dell’architettura (si pensi a Gae Aulenti o Franca Helg…) solo che adesso se ne parla e, con questa mostra vogliamo farle conoscere anche ai più piccoli, vogliamo portarli a pensare che una donna “si prende cura” del progetto, dall’idea iniziale alle difficoltà legate alla sua realizzazione, dal rapporto tra il progettista e le maestranze artigiane e tra il progettista e le aziende. Non vogliamo però pensare solo che ci sia un modo femminile di affrontare il progetto, crediamo ai talenti e ai meriti, all’impegno e alla dedizione. Certo, le donne, come sostiene anche Carlotta De Bevilacqua (Danese Milano), devono organizzare il loro tempo per evitare i sensi di colpa, e questo le obbliga ad avere sempre chiari gli obiettivi che si prefiggono come quelli di portare avanti un’impresa magari familiare come testimoniano i vari casi sul nostro territorio.

Per progettare e realizzare un’opera, le donne seguono una ricetta precisa, dove gli ingredienti sono le idee, i materiali e il risultato è il prodotto finito paragonabile ad un piatto che si può presentare ai propri commensali ricco di storie e valori. La rassegna vuole essere uno strumento per avvicinare i bambini al mondo del progetto, un input iniziale per stimolare la creatività e portarli a ragionare sulle forme e le funzioni suscitando in loro curiosità, interesse ed emozioni, non solo relative all’opera finita, ma anche alla figura femminile e all’idea che le ha ispirate: visioni, metodi, materiali e tecniche che hanno portato alla loro realizzazione. In mostra, saranno presenti, ove possibile, oggetti progettati dalle donne, interviste e racconti alle donne imprenditrici del nostro territorio e non solo. Seguiremo una “ricetta” per presentare tutte le varie figure femminili che, con il loro contributo, portano alla realizzazione di opere ed oggetti.

• La MOSTRA: ALLA SCOPERTA DEL BOSCO (realizzata in collaborazione con alcuni Istituti Scolastici cittadini) Partendo da un progetto tecnico realizzato dall’Ufficio Tecnico Comunale, la “TRASFORMAZIONE DEL BOSCO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER LA LAMINAZIONE DELLE PORTATE DELLA ROGGIA GALLIANO”, l’Amministrazione già dallo scorso anno ha attivato un processo di incontri conoscitivi finalizzati a promuovere, proprio nell’ambito del VI Festival del Legno, la conoscenza del progetto “ALLA SCOPERTA DEL BOSCO”, individuando alcuni filoni tematici da sviluppare con le diverse Scuole. In particolare:

• L’Istituto Tecnico Sant’Elia (Geometri) ha sviluppato il tema “LA TRASFORMAZIONE DEL BOSCO” con una progetto che ha coinvolto le classi terze. Una classe ha affrontato, attraverso lo studio degli elaborati grafici di progetto e della relazione tecnica, il problema della regimazione delle acque della roggia Galliano parzialmente risolta con le vasche di laminazione di via Mentana (è stata fatta una giornata di lezione tenuta dallo Studio di Ingegneria che ha realizzato il progetto, con lezione in aula e successiva visita all’area sottoposta a trasformazione – le vasche di laminazione delle “roggia “Galliano”). L’altra classe si è invece dedicata al bosco di via Paganella, opera legata alla compensazione della vasche, analizzando la relazione tecnica dell’agronomo e recandosi sul posto (è prevista una giornata di lezione con Tecnici della Forestale che, dopo la lezione in aula, accompagneranno gli studenti al “bosco” – opere di compensazione di via Paganella), In entrambi i casi saranno realizzati due pannelli divulgativi che illustrino in modo semplice ma rigoroso gli interventi fatti sul territorio e che potranno essere posizionati in prossimità delle opere. L’obiettivo del progetto è stato quello di sensibilizzare e rendere consapevoli i futuri tecnici dell’importanza di difendere il territorio ma anche di valutare e compensare l’impatto che le opere hanno sul paesaggio e sull’equilibrio dell’ecosistema.

• Il Liceo Artistico Melotti parteciperà con il tema “L’INCANTO DEL BOSCO” ’con classi di diversi indirizzi, ed in particolare: le classi di Disegno Industriale-Design che progetteranno la sedia del futuro, le classi dell’indirizzo Scultura che realizzeranno modelli di arte ambientale e le classi di Pittura che si dedicheranno ad opere sul tema del bosco,

• La Scuola Primaria Fecchio si concentra sulla realizzazione di un elaborato che rispecchi le caratteristiche descritte dalla poesia “STORIA DI UN ALBERO “. Gli alunni riceveranno una lettera da “CHIOMINO L’ALBERELLO CANTURINO” dove il protagonista della storia inviterà tutti a visitare il nuovo bosco di via Paganella e solo successivamente si procederà con una rappresentazione grafico-pittorica nelle varie classi, utilizzando diverse tecniche e materiali. La scuola di Fecchio intende quindi partecipare, con questi lavori, al festival del legno con lo scopo di evidenziare l’importanza degli alberi e del loro inserimento nel nostro territorio.

CORTE SAN ROCCO L’ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI propone la Mostra di sculture LEGNI, presentando alcune esperienze di sculture lignee di artisti del territorio canturino e comasco. Unitamente alle opere saranno esposti i ritratti degli artisti fotografati creativamente da Alessandro Villa. La mostra sarà accompagnata da un piccolo catalogo distribuito in omaggio ai visitatori dell’esposizione. Gli artisti che presentano le loro opere sono: Massimo Ballabio, Filippo Borella, Icio Borghi, Vito Cimarosti, Rodolfo Colombo, Walter Francone, Valerio Gaeti, Battista Luraschi, Ivano Rota, Paolo Sala, Andrea Verga, insieme a Luigi Aimo Cerati, Paolo Minoli, Alvaro Molteni, Mario Ronchetti.

SANT’AMBROGIO All’interno della suggestiva ex Chiesa di Sant’Ambrogio la rivista Ozero Komo con l’associazione RussiA Como allestiranno una mostra ricca di eventi.

PIAZZA GARIBALDI Anche per questa edizione la Piazza centrale della Città sarà caratterizzata da un’importante installazione lignea appositamente realizzata.

CHIESA DI SANTA MARIA Nella suggestiva cornice della Chiesa di Santa Maria sarà realizzata una Mostra di opere di Mario Ronchetti.

CORTILE DELLE ORTENSIE Il Comitato per la Promozione del Merletto presenterà una Mostra dedicata alle Designer e a figure femminili di spicco che hanno operato sul territorio canturino. La Mostra rappresenta un estratto del progetto “Merletti & Design” che sarà presentato alla Biennale del Merletto del prossimo anno.

ENAIP FACTORY TERZA RASSEGNA NAZIONALE DEI MAESTRI INTARSIATORI LIGNEI organizzata dall’Associazione Quinta Parete di Arbizzano di Negrar (Verona) – in collaborazione con TABU L’evento vuol mettere in risalto come attraverso l’antica forma d’arte dell’intarsio, si possa realizzare un’esposizione collettiva di intarsiatori italiani, in grado di produrre forme e contenuti moderni e creativi di grande bellezza. La Mostra verrà inaugurata con una conferenza del dott. Francesco Lazzar dal titolo: “Dall’intarsio ligneo rinascimentale a quello dei nostri giorni: tecniche, contenuti e autori a confronto”.

Durante la CANTU’ CITTA’ DEL MOBILE – VI FESTIVAL DEL LEGNO, sempre presso Enaip Factory, saranno visitabili la Collezione Bruno Munari e la Collezione Razionalismo e Neo Liberty. LICEO MELOTTI Durante la CANTU’ CITTA’ DEL MOBILE – VI FESTIVAL DEL LEGNO sarà visitabile il “Museo della Scuola d’Arte”, presso la sede del Liceo Melotti. “TALK – VISITE – WORKSHOP” L’ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI COMO, prezioso partner dell’iniziativa, organizza ed accredita tre particolari talk:
• ITINERARIO GM100 CENTENARIO DI GIULIO MOSCATELLI (Studio Moscatelli)
• ASNAGO E VENDER ARCHITETTI A CANTU’ (Eredi Marelli)
• L’AVVENTURA DEI MOBILI. Atteggiamenti, storie, produzione (Gaffuri Eligio e figli) Inoltre: • Saranno organizzati talk , tavole rotonde ed incoming sui temi legati all’economia del distretto del mobile, in collaborazione con la CCIAA di Como, con CLAB e PROMOS e con il quotidiano La Provincia.
• Enaip Lombardia, nell’ambito della consueta collaborazione con l’Amministrazione, organizza tre eventi APERIARTE, per approfondire i temi legati ad Arte-Architettura-Design “Donne nell’arte – Donne dell’arte”.
• Grazie alla disponibilità dei proprietari, saranno visitabili sia CASA BUFFA, interamente progettata dall’architetto, che due ville progettate da ASNAGO E VENDER.
• Libooks ospiterà l’incontro GIOVANNA CASTIGLIONI RACCONTA “IL METODO CASTIGLIONI”

“SHOPPING & DESIGN – La Vetrina è Mobile ®” Verrà riproposta la tradizionale iniziativa “Shopping & Design – la vetrina è mobile”, giunta alla undicesima edizione per valorizzare l’idea di fondo di creare una sinergia tra due settori quali quello produttivo – artigianale e quello commerciale, al fine di rendere più attrattive ed accattivanti le vetrine cittadine e valorizzare il percorso dello shopping. Dato l’ottimo riscontro dello scorso anno, verrà riproposta la collaborazione con l’Associazione ASPROLEGNO, sia per l’organizzazione della manifestazione che per la giuria delle vetrine. Come nelle ultime edizioni ci sarà la suddivisione delle vetrine in 4 categorie merceologiche: 1. ABBIGLIAMENTO E CALZATURE 2. ACCESSORI, GIOIELLI, FARMACIE, CURA DELLA PERSONA 3. FOOD (alberghi, ristoranti, bar, alimentari) 4. ALTRI “LABORATORI” • Sono parte integrante della MOSTRA Il progetto è (come) una ricetta. Idee e ingredienti raccontati al femminile (curata da Simona Maspero) e la rendono mostra “attiva”, le attività per i bambini pensate per incuriosire i piccoli e avvicinarli giocando al mondo del progetto. Gioco è quando stupore e curiosità si incontrano… anche un progetto è un gioco e per giocare si deve seguire una “ricetta”, una serie di regole, e giocare è sicuramente un buon progetto. • AsPROlegno propone tre laboratori per bambini di diverse fasce di età, da svolgersi all’interno del FABLAB di ENAIP FACTORY. In particolare il laboratorio “Tecnologia e design. Laser, 3D, realtà virtuali” rivolto ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni ed il laboratorio “L’oro inglese” rivolto ai bambini dai 5 ai 10 anni che potranno “dorare” piccoli oggetti nell’ambito di un laboratorio bilingue. “EVENTI” L’Amministrazione, le Associazioni del territorio, le aziende organizzano spettacoli teatrali, momenti di intrattenimento musicale, spettacoli di danza, realizzazione di murales, all’insegna della collaborazione del territorio e della contaminazione di generi ed interessi.

L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Data la positiva esperienza maturata nel corso della precedente edizione della Festa del Legno, l’Amministrazione Comunale ha riproposto alle Scuole Secondarie di secondo grado l’attivazione di forme di collaborazione, da svolgersi nell’ambito delle procedure dell’Alternanza Scuola Lavoro. Le Scuole Superiori canturine: Liceo Melotti, Istituto Sant’Elia ed Enaip Lombardia, sono quindi fattivamente coinvolte per progettualità legate alle Mostre ed alle visite guidate in Bottega.

By | 2018-09-30T21:33:05+00:00 settembre 30th, 2018|Comune di Cantù, Comuni, Eventi, Manifestazioni|0 Comments