Cernobbio: in ricordo dei bambini ebrei a Sciesopoli

TOP AD

L’amministrazione comunale e l’Istituto Comprensivo di Cernobbio organizzano per domani una video-conferenza per le classi terze della scuola secondaria per ricordare gli 800 bambini ebrei ospitati nella ex colonia fascista di Sciesopoli in attesa di partire per la loro Terra Promessa

L’indifferenza è più colpevole della violenza stessa. È l’apatia morale di chi si volta dall’altra parte. Succede anche oggi verso tutti gli orrori del mondo. 

E la memoria è l’unico vaccino contro l’indifferenza.” Liliana Segre

Il 27 gennaio 1945 i soldati sovietici arrivarono ad Auschwitz, nel sud della Polonia, ed entrarono nel campo di concentramento tedesco liberando i prigionieri. 

In questa data si vogliono ricordare le vittime del nazismo, delle leggi razziali fasciste e tutti quelli che si opposero ed aiutarono le vittime. 

Per la Giornata della Memoria 2021, che non potrà svolgersi come tutti gli anni presso il Luogo della Memoria – spiega la vicensindaco e assessore al welfare Maria Angela Ferradini – abbiamo cercato insieme alla prof.ssa Antonella Urio, coordinatrice delle insegnanti della scuola secondaria, una storia da raccontare ai nostri ragazzi che parlasse di loro coetanei. Ne abbiamo trovata una molto interessante, finora poco nota nel comasco, che riguarda la Lombardia: la storia dei bambini di Sciesopoli, l’ex colonia fascista di Selvino in provincia di Bergamo, in cui, oltre ottocento bambini ebrei vennero ospitati, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, in attesa di partire per la loro Terra Promessa: Israele.

Enrico Grisanti, che abbiamo conosciuto per l’occasione e che, insieme a Bernardino Pasinelli, ringraziamo di cuore per la sua disponibilità, ha una casa per la villeggiatura a Selvino grazie alla quale ha scoperto il fascino e la magia di questo luogo e, ispirandosi al libro di Aharon Megged: “Il viaggio verso la Terra Promessa – La storia dei bambini di Selvino” ha realizzato un breve documentario che utilizza stili e i linguaggi tipici di una storia per ragazzi per tenere costantemente viva la memoria collettiva, imparando a non dimenticare”.

Anche quest’anno, l’Amministrazione comunale e l’Istituto Comprensivo di Cernobbio si ritroveranno in occasione della Giornata della Memoria, mercoledì 27 gennaio 2021, con le classi terze delle scuole secondarie di primo grado.

L’incontro avverrà sulla piattaforma di didattica on line della scuola e interverranno la dirigente scolastica Maria Teresa Callipo, la vicesindaco Maria Angela Ferradini e il regista Enrico Grisanti che consegnerà “simbolicamente” ai ragazzi un filmato di presentazione della storia di Sciesopoli, la casa dei bambini di Selvino (BG).

Il filmato è stato preparato per l’occasione dall’archivista Bernardino Pasinelli e include, oltre ad una toccante video-intervista del Corriere della Sera a Liliana Segre del giornalista Andrea Ferrari, anche un intervento di Enrico Grisanti e il suo documentario “Sciesopoli, un luogo della memoria”.

Dopo il video-incontro di mercoledì, le classi insieme ai loro insegnanti visioneranno il filmato e svilupperanno osservazioni ed approfondimenti che saranno oggetto di confronto e dibattito in un nuovo appuntamento con gli autori mercoledì 10 febbraio. All’incontro parteciperanno anche Maura Sala e Valter Merazzi dell’Ass. Schivi di Hitler di Cernobbio che saranno coinvolti nel dibattito.

Presso il Comune di Selvino, nell’autunno del 2019 è stato aperto un museo, Il MuMeSe Museo Memoriale di Sciesopoli Ebraica, la casa dei Bambini di Selvino, che permette ai visitatori di conoscere questa incredibile storia, che può essere approfondita anche su www.sciesopoli.com/

INLINE AD