Cernobbio: proposte digitali per il turismo 2020

26
TOP AD

Per l’estate 2020, Cernobbio lancia due nuove proposte digitali: una nuova app per scoprire la città attraverso i racconti dei suoi abitanti e l’Info Point in modalità telematica: sono queste le novità dell’estate di Cernobbio.

L’App “Cernobbio Tales” è realizzata ad hoc per visitare in modo “nuovo” la città ed è disponibile gratuitamente sia per  iOS che per Android, nei relativi store.

Camminando per le vie di Cernobbio, e grazie a dei dispositivi (beacon) che utilizzano la tecnologia Bluetooth, gli utenti potranno visualizzare in alcuni particolari punti di interesse dei brevi video in cui cittadini e altri personaggi locali raccontano un aneddoto legato al contesto: un’occasione particolare per fruire del patrimonio storico, paesaggistico, gastronomico, artistico attraverso un punto di vista insolito ed esclusivo.

In questa prima versione dell’app, sono stati resi disponibili dieci video che coincidono con dieci diversi punti di interesse: Villa Bernasconi, Villa d’Este (vista dalla Riva di Cernobbio), l’ex Galoppatoio di Villa Erba, Via Cinque Giornate con il quartiere operaio e un ristorante stellato, il Municipio, Villa Erba, l’imbarcadero, Piazza Castello e la Riva. 

Diverse le persone coinvolte per i racconti, fra cui il Sindaco Matteo Monti che dà il benvenuto, il campione del mondo di canottaggio Filippo Mondelli, lo chef stellato Davide Caranchini, il presidente di Villa Erba Filippo Arcioni, e poi Marco Tardelli, ex calciatore e campione del mondo, lo storico proprietario di Villa d’Este Jean Marc Droulers e per finire una coppia in costume della Rappresentanza Storica di Cernobbio che partecipa al Palio del Baradello. 

Con il successivo aggiornamento verranno implementati ulteriori video, così da rendere l’esperienza e il servizio ancora più completi e coinvolgenti.

Le misure restrittive dettate da Covid-19 hanno reso più complessa la vita quotidiana e le relazioni interpersonali, ma abbiamo cercato di trasformarle in un’opportunità di miglioramento gettando le basi per uno sviluppo turistico virtuoso, attraverso iniziative “smart” e orientate al futuro, che si prospetta sempre più digital” precisa l’Assessore al Marketing Territoriale di Cernobbio, Mario Della Torre.

Il progetto dell’applicazione è stato sviluppato da due giovani comaschi, Nadir Bertolasi (ingegnere) e Isaia Piazzoli (designer), mentre i contenuti video sono stati girati e montati da un altro giovane, il fotografo video-maker Filippo Guatelli (che sta svolgendo un tirocinio di Dote Comune).

L’obiettivo del progetto è quello di offrire un servizio innovativo, tecnologico e smart, che sia alla portata di tutti. I visitatori potranno in questo modo apprezzare curiosità e aneddoti su Cernobbio che altrimenti sarebbero difficilmente accessibili, perchè frutto della vita, del lavoro, delle esperienze e del punto di vista di persone in carne ed ossa.

Per questo sono stati realizzati dei video brevi: oltre a risultare poco invasivi e più facilmente fruibili, si collocano in linea con i trend attuali dei contenuti proposti nell’ambito dei social media, come TikTok e Instagram Stories. 

I visitatori avranno la sensazione di conoscere realmente e più a fondo la realtà locale e potranno quindi sentirsi ancora più accolti dalla comunità.

Ma non è finita qui: c’è anche l’intenzione di lanciare una sorta di caccia al tesoro, in cui solo chi visiterà ogni angolo del borgo avrà la fortuna di scoprirne ogni segreto.

Il Sindaco Matteo Monti sottolinea: “Si tratta di una base di partenza per un progetto innovativo a lungo termine. Abbiamo coinvolto la cittadinanza nell’accoglienza turistica, perché tutti possano sentirsi parte integrante di questo fenomeno che da sempre caratterizza il nostro territorio. L’idea è quella di rendere l’app interattiva: confidiamo di suscitare l’interesse di molte altre persone e anche di attività produttive cernobbiesi che in futuro potrebbero creare e caricare dei contenuti in maniera indipendente, in modo da arricchire sempre di più l’esperienza di visita”.

Per poter utilizzare l’applicativo gli utenti dovranno attivare il Bluetooth sul proprio smartphone ma l’app non raccoglierà in alcun modo dati sensibili degli utenti e non ne traccerà la posizione. Al fine di garantire la massima trasparenza non verranno chiesti dati personali nè la registrazione.

A Cernobbio anche l’Info Point è multimediale: da quest’anno sarà in modalità telematica per offrire servizi sempre più attuali. 

Dal venerdì al lunedì, dalle 10:00 alle 17:00, è possibile infatti interfacciarsi tramite telefonata, videochiamata o chat whatsapp (+39 3478818532) o tramite email (infopoint@comune.cernobbio.co.it), e rimanere sempre aggiornati seguendo le pagine Facebook e Instagram @Cernobbio Città, dove periodicamente verranno proposte anche delle dirette informative.

Le misure di sicurezza anti Covid-19, che avrebbero potuto rendere poco accogliente l’esperienza di accesso alle informazioni turistiche, a causa dell’obbligo di mascherine, igienizzazione e barriere fisiche, diventano invece a Cernobbio un’occasione per immaginare una nuova idea di Info Point del futuro e sperimentare soluzioni alternative, ispirate allo smart working e con uno sguardo al futuro e al mondo digitale.

INLINE AD