Morbegno: ” L’Africa chiama ancora ” concerto a favore del Dr. Ambrosoli Memorial Hospital Kalongo Uganda

21
TOP AD

Concerto di elevazione spirituale nel 25° Anniversario della morte del “Servo di Dio” padre Giuseppe Ambrosoli a favore del Dr. Ambrosoli Memorial Hospital Kalongo Uganda

Morbegno, Collegiata San Giovanni Venerdi 20 aprile 2012, ore 20.45

La Fondazione Dr. Ambrosoli Memorial Hospital Kalongo – Uganda Onlus organizza per venerdi 20 aprile 2012 alle ore 20.45 presso la Collegiata San Giuseppe, a Morbegno “L’Africa chiama ancora”, concerto di elevazione spirituale con la partecipazione della Corale Marco Enrico Bossi e il Coro Tempo di Gioia di Morbegno, a favore  dell’Ospedale Dr. Ambrosoli Memorial Hospital Kalongo (Uganda). Durante la serata interverranno Padre Egidio Tocalli e Giovanna Ambrosoli, vice presidente dell’omonima Fondazione.

L’iniziativa gode del patrocinio della Provincia di Sondrio e del Comune di Morbegno.

INGRESSO GRATUITO. CONTRIBUTO LIBERO A FAVORE DEL DR. AMBROSOLI MEMORIAL HOSPITAL

Il titolo del concerto “L’Africa chiama ancora” è un omaggio al libro di padre Egidio Tocalli*, missionario comboniano e medico di Morbegno che ha trascorso trentadue anni della sua vita in Africa, venti dei quali alla direzione dell’Ospedale Dr. Ambrosoli Memorial Hospital a Kalongo in nord Uganda, dopo la morte di padre Dr. Giuseppe Ambrosoli avvenuta 25 anni fa. Il concerto si apre con un brano Spiritual in omaggio alla terra africana. L’origine di questi canti infatti risale ai secoli XVII e XVIII, quando i Neri dal continente africano furono portati a lavorare in schiavitù nelle piantagioni di cotone degli Stati Uniti del Sud. La loro musica li accompagnava durante il durissimo lavoro. In seguito, convertitisi al Cristianesimo, gli schiavi cominciarono a cantare gli Spiritual, canti religiosi derivanti dagli inni inglesi, ai quali essi aggiunsero i ritmi e i colori africani. Gospel significa “Vangelo” e da qui è derivata l’accezione classica di “Canti del Vangelo”. I brani scelti e proposti dalle corali M.E. Bossi e Tempo di Gioia di Morbegno raccontano nei secoli fino ai nostri giorni, la sacralità e la gioia per la vita che ogni giorno viene celebrata attraverso l’opera instancabile di uomini straordinari che dedicano la loro intera esistenza ad alleviare le sofferenze del prossimo.

In occasione del concerto di Morbegno, la Fondazione Ambrosoli vuole ringraziare tutti gli amici valtellinesi che nel corso degli anni hanno sostenuto e incoraggiato p. Egidio nei vari progetti a favore dell’Ospedale e della Scuola di ostetricia di Kalongo, con l’augurio e la preghiera di continuare a starci vicino, per contribuire insieme al futuro di quest’essenziale opera medica e missionaria in terra d’Africa. Il libro “L’Africa chiama ancora” di padre Egidio Tocalli, Dic. 2011, Ed. in proprio, è acquistabile presso l’oratorio di Morbegno e in uscita dal concerto il 20 aprile prossimo

La corale “Marco Enrico Bossi” di Morbegno è sorta nel 1958 con lo scopo di accompagnare la liturgia nell’insigne Collegiata di S. Giovanni Battista. È dedicata all’organista e compositore Marco Enrico Bossi (Salò 1861 – 1925) che mise le sue prime basi musicali proprio a Morbegno. La Corale esegue per lo più musica sacra, sia nella forma a “cappella” che con accompagnamento d’organo, annovera nel suo repertorio anche canti profani di genere classico e popolare di autori italiani e stranieri. Il gruppo svolge anche attività concertistica in Italia e all’estero. La corale, diretta per più di 50 anni dal M° Mario Passerini, dal settembre 2009 è diretta dal M° Valter Mazzoni. Diplomato in pianoforte  presso il Conservatorio di musica “Luca Campiani” di Mantova, in seguito a importanti corsi di specializzazione per direttori di coro il M° Mazzoni dirige numerose corali valtellinesi e svolge un’intensa attività didattica a Morbegno e a Sondrio.

Il coro “Tempo di Gioia” nasce nei primi anni Ottanta per volontà di un gruppo di giovani della Parrocchia di Morbegno, accomunati dalla passione per la musica e dal 1996, si è dato il nome “Tempo di Gioia” dal titolo di un canto del suo repertorio. Tale repertorio si è andato ampliando in un’ampia gamma di canti religiosi di produzione contemporanea e di canzoni relative ai valori dell’umanità. Strutturato secondo lo schema tipico delle 4 voci miste (Soprani, Contralti, Tenori e Bassi), l’intento del Coro è quello di proporre un ascolto piacevole dato dalla semplice armonia delle voci e dall’arrangiamento strumentale.

I coristi, attualmente una trentina, curano la propria preparazione attraverso degli incontri settimanali sotto la direzione di Giusy Corti, che ha fatto dell’espressività e dell’impronta leggera del canto i punti caratterizzanti di questo Coro. Per questa serata, il Coro sarà accompagnato dai musicisti e arrangiatori Anna Papini alla tastiera, Chiara Fondrini al flauto, Corrado Stuffo alle chitarre Dario Rossi alle percussioni.

INLINE AD